IT: Come puoi vivere con le aspettative - anche senza delusioni

Tutti si aspettano qualcosa da te - il tuo partner, la tua famiglia, il tuo capo, i tuoi amici, i tuoi colleghi, i tuoi vicini. E queste aspettative sono molto grandi. Ma hai anche tu delle aspettative nei confronti degli altri. E non sono poche. In parole povere: la tua vita è piuttosto complessa - per non dire confusa!


È per questo che sei sempre sotto pressione - al lavoro, nella vita di tutti i giorni, dopo il lavoro - anche nei fine settimana?

Sei costantemente stressato dalle aspettative - e dalla paura di non soddisfarle (e quindi di deludere gli altri - o di essere deluso). Non sai quasi più dove sbattere la testa. Diventa sempre più difficile per te prendere decisioni e concentrarti sulle cose che sono veramente importanti per te. È questa la tua percezione? Benvenuto/a nel club! Perché molte persone la pensano come te.


Mettere in discussione le aspettative....invece di indovinare?


Hai la sensazione di essere costantemente confrontato/a con le aspettative? Ma che cosa sono esattamente le "aspettative"?

Le aspettative sono le tue previsioni su ciò che accadrà...

  • … cosa farà qualcun altro e perché lo farà

  • ... quello che qualcun’altro si aspetta che tu faccia

Noti qualcosa? Stiamo parlando di "proiezioni". Ma le proiezioni sono congetture. La tua ipotesi personale. Le supposizioni possono essere corrette, naturalmente. Ma solo se si basano su informazioni valide. Tutto il resto è solo una raccolta di indovinelli.

Sei davvero sicuro di sapere cosa ci si aspetta da te? Su cosa si basa questa conoscenza? Su cosa si basa, ad esempio, la tua ipotesi su ciò che il tuo capo si aspetta da te? Sai per certo di dover completare il compito entro domani? Su cosa si basa l'aspettativa dei tuoi genitori di andare a trovarli ogni domenica? I tuoi genitori ti hanno chiesto espressamente di farlo?


Quindi, per favore, chiediti: le tue aspettative sono davvero provate? Hai ottenuto e utilizzato tutte le informazioni disponibili per fare previsioni realistiche sulle tue aspettative?

No? Allora sei nel posto giusto: perché ti aiuterò a ritrovare l'orientamento e la tranquillità. Ottenerlo da soli è quasi impossibile - perché semplicemente non c'è una visione concreta. Come dice il proverbio: gli alberi nascondono la foresta.

Questo vale anche nel tuo caso - perché sei semplicemente "troppo vicino". Ma io ho la distanza necessaria - e da questa distanza posso aiutarti a farti le domande giuste. Perché hai già le risposte dentro di te. Tutto quello che devi fare è "chiedergli di uscire".

Con speciali metodi di coaching e di analisi.

Ricomincia da capo per superare meglio la routine quotidiana - ti mostrerò come fare!


le aspettative di te stesso...esistono davvero?

"Ops", starai pensando. "C'è un aspetto che la signora Klein ha dimenticato: E le aspettative che ho su me stesso, oltre a tutto il resto? Ebbene, le aspettative degli altri nei tuoi confronti - o le tue aspettative nei confronti degli altri, per definizione - sono previsioni o ipotesi che in genere non sono state messe in discussione. Quindi accordi "inventati". È possibile stipulare accordi così "inventati" con se stessi? No, non è possibile. Perché siamo onesti: non hai una seconda identità, sulle cui intenzioni e azioni devi fare previsioni. Non c'è nessun altro che sia totalmente "Black Box" per me. Quindi tu sai davvero molto di te stesso. È per questo che non hai alcuna aspettativa di te stesso, ma potresti esserti posto degli obiettivi o dei desideri. Ma questo non significa che non si possa mentire a se stessi "Ho davvero bisogno di fare jogging di nuovo". "Ho davvero bisogno di perdere cinque chili". "Domani rivedrò l'intero fascicolo dei clienti per il capo". Il punto cruciale è: ci sono due grandi trappole che ci impediscono di raggiungere i nostri obiettivi.


Trappola 1: L'obiettivo fissato non è realistico

"Domani esaminerò l'intero fascicolo dei clienti per il capo". Questo probabilmente non funzionerà perché questo compito non può essere completato in un solo giorno lavorativo (e nemmeno con ore straordinarie).


Trappola 2: Il bastardo interiore

"Ho davvero bisogno di correre di nuovo". Spesso l'intenzione rimane la stessa: perché la sera, dopo il lavoro, non si è abbastanza motivati - e in TV, tra l’altro quella sera c'è un bel film. Puoi fare jogging anche domani. Punto e basta: il bastardo interiore ha vinto ancora una volta.

Vedi: Questo non ha nulla a che vedere con il fatto che le "aspettative" di se stessi (secondo la nostra definizione) vengano deluse. Ma con onestà verso se stessi. Ma come si ottiene questa onestà? Come ti poni obiettivi realistici - e li raggiungi? Come si fa ad avere presa sul bastardo che c’è in te? Anche qui posso aiutarti - attraverso un'auto-riflessione mirata e un coaching professionale.


Puoi farlo insieme a me. Vuoi scommettere?


#aspettative #bastardointeriore #coaching #delusione #riflettere #obiettivo #analisi


Bianca-Maria Klein – Coach, Speaker, Trainerin

change@biancamariaklein.com

+49 (179) 9370231

Impressum   |   AGB   |   Datenschutz

  • Instagram - Grau Kreis
  • LinkedIn - Grau Kreis
  • Facebook - Grau Kreis